Da qualche parte bisogna pur cominciare…

Inutile girarci intorno, facciamo subito una premessa… voglio essere sincero, soprattutto dal momento che questo è il primo (e forse non ultimo) post del primo blog che scrivo in vita mia: stavo facendo tutta una serie di cose, le solite, che ti consigliano di fare per pubblicizzare un qualcosa, un prodotto o anche solo un pensiero, un modo di essere. In questo caso si trattava di un libro… si, il mio primo (e sinceramente non so dire se ultimo) che ho scritto. Il punto è che non potevo creare un blog per mettere un unico post che pubblicizzasse un unico libro, che senso aveva? Appunto. Ma da qui il perché la mia mente contorta abbia partorito questa idea di blog in particolare, sinceramente non lo so neanche io. Stavo cercando uno strumento che servisse al libro, tutto qui, e mi sono ritrovato a fare tutt’altro. E vabbè, pazienza.

Però alla fine, ho pensato: perché no? Un blog, uno dei milioni di blog che probabilmente non verrà mai letto, per scrivere una quantità di cazzate e cazzatelle riguardanti il non gentil sesso, di cui faccio parte fino a prova contraria.

Sono un tipo particolare, per cui scriverò articoli particolari, intellettualmente stimolanti… no! Sono un uomo qualsiasi a cui piacciono le macchine, le moto, la figa, la musica, il cinema, gli aggeggi tecnologici e tecnologicamente inutili e… l’ho già detto la figa?

Sono ancora indeciso piuttosto su quando o quanto pubblicare e se creare una specie di format, delle rubriche ricorrenti tipo, chessò “L’angolo della figa”… qualcosa del genere. Ci penserò su e per il momento non mi dilungo oltre, come primo post va bene così.

Ah, dimenticavo… ero qui per questo d’altra parte. Piazzo qui il mio LIBRO naturalmente. Si, è spazio mio e ci faccio quel che voglio…

Si tratta di un genere un po’ di nicchia, un mix tra thriller psicologico e un’avventura di fantascienza. Spero che vi piaccia, altrimenti… me ne farò una ragione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: